CONSULENZA DI COPPIA


COS’E’ LA STERILITA’
Si parla di sterilità quando, dopo due anni di rapporti sessuali frequenti, liberi e completi, non si sia instaurata una gravidanza.
Per infertilità si intende invece la capacità di concepire ma l’impossibilità di portare a maturità il prodotto del concepimento.

Le cause di sterilità nella donna possono suddividersi in disordini endocrini (disordini dell’asse ipotalamo-ipofisario, iperprolattinemia, patologie ovariche come la sindrome dell’ovaio policistico, ipo o iper-tiroidismo, disfunzioni surrenaliche, ecc), disfunzioni tubariche (flogosi pelviche acute o croniche, endometriosi), patologie della cervice uterina (flogosi cervicali croniche), patologie strutturali dell’utero (utero setto, bicorne, miomi uterini, sinechie uterine).
Uno dei fattori che più influenzano la fertilità femminile è l’età della donna: la fertilità è massima attorno ai 24 anni, declina lentamente fino ai 30 anni per poi calare abbastanza bruscamente; attorno ai 35 anni infatti la percentuale di sterilità è circa doppia rispetto ai 18 anni.
La sterilità maschile, attualmente molto frequente, è influenzata da alcune delle più comuni abitudini di vita che possono interferire negativamente con la qualità dello sperma come: gli elevati livelli di temperatura e di umidità, il fumo di sigaretta, l’abuso di alcool, l’uso di droghe, la storia di infiammazioni prostatiche o di malattie veneree.
La sterilità nell’uomo può dipendere da alterazioni del seme (scarso numero o assenza degli spermatozoi, scarsa motilità, alterazioni del liquido seminale da processi flogistici), alterazioni delle vie escretrici (occlusioni alle vie di deflusso del seme), cause immunologiche.

Diagnosi
Oltre a un’accurata visita medica generale e ginecologica, l’accertamento della sterilità femminile è basato su una serie di esami, scelti secondo uno schema che dovrà adattarsi a ogni singolo caso. Le indagini più frequentemente attuate sono: la curva termica basale, utile per individuare eventuali cicli anovulatori; l’isterosonoscopia che permette di individuare la morfologia dell’utero e delle tube e, soprattutto, la pervietà delle tube; l’esame del muco cervicale, dell’endometrio, l’esame colpocitologico ai fini ormonali, che permettono di indagare sulla funzionalità ovarica, e i dosaggi ormonali. La sterilità maschile può dipendere da cause genetiche, come ha dimostrato una ricerca italiana nel 1999, o da alcune condizioni patologiche: alterazioni a livello della produzione di spermatozoi, lesioni delle vie seminali o incapacità a deporre il seme in vagina. Queste condizioni possono essere dovute a malformazioni congenite, processi infiammatori o tossici, traumatici, neoplastici. L’accertamento delle cause di sterilità maschile, oltre che sull’anamnesi e sull’esame clinico, è basato soprattutto sull’esame dello sperma, sulla biopsia testicolare e sui dosaggi ormonali.

Spermiogramma
MODALITA’ DI RACCOLTA
1. osservare un periodo di astinenza sessuale minimo di 3 gg. e massimo di 5 gg.;
2. raccogliere il campione in un contenitore sterile per urine;
3. non raccogliere il campione con profilattico o durante rapporto sessuale;
4. consegnare il campione entro un’ora dalla raccolta.

Prendi un Appuntamento
per Consulenza di Coppia

Prendi appuntamento diretto da Whatsapp Invia Whatapp

oppure compili il form sottostante. Verra' richiamato dal personale Centro Raphael per confermare o modificare la richiesta.

Medici Responsabili

Dott.ssa Daila IACOMINO - Ginecologa
Dott.ssa Daila IACOMINO
Ginecologa

Dott.ssa Alessandra BECCIU - Seminologa
Dott.ssa Alessandra BECCIU
Seminologa

DOTT. FRANCESCO CELESTINO - Andrologo - Urologo
DOTT. FRANCESCO CELESTINO
Andrologo - Urologo



Centri Affiliati

Centro Florence - Procreazione Medicalmente Assistita
Centro Florence
Procreazione Medicalmente Assistita

Centro Demetra - Centro Procreazione Assistita
Centro Demetra
Centro Procreazione Assistita