Gastroscopia

La gastroscopia è una procedura che consente al medico endoscopista di esaminare direttamente l’interno dell’esofago, stomaco e duodeno, mettendo in evidenza eventuali alterazioni.

Per far questo utilizza una sonda particolare lunga e flessibile, il gastroscopio, che ha un diametro di circa 1 cm e possiede una telecamera e una luce sulla punta. La gastroscopia non procura dolore ma solo un modesto fastidio durante l’introduzione e il passaggio dello strumento attraverso la gola.

Preparazione alla gastroscopia

 Il giorno dell’esame, osservare un digiuno solido di almeno 6 ore ed un digiuno liquido di almeno 4 ore.

Non fumare dal giorno prima dell’esame.

Documenti da portare:

  • Risposte di esami endoscopici e radiologici precedenti, ed eventuali cartelle cliniche;
  • ECG con videat cardiologico recente (max 3 mesi);
  • Emocromo, azotemia, creatinina, glicemia, PT, HbsAg e HCV (max 6 mesi);
  • Tampone rapido covid -19 valido max 48h
  • Sospendere eventuali farmaci anti acidi;
  • In caso di esami aventi risultati dubbi o “border line”, fissare preventivamente un colloquio con il personale anestesista.

 

N.B. si possono regolarmente assumere le terapie quotidiane.

Gli anestesisti si riservano di valutare gli esami ematochimici prima di procedere alla sedazione.

 

 

 

 

 

OCCORRE ESSERE ACCOMPAGNATI

NON SI POSSONO GUIDARE VEICOLI